mercoledì 18 novembre 2015

La Grammatica dei Sapori - Niki Segnit

...e delle loro infinite combinazioni. Questo è il titolo completo del nuovo libro di cucina che, da qualche mese, fa parte della mia piccola biblioteca culinaria.

Ho scritto proprio biblioteca?! Ok, ok... non è la Biblioteca Nazionale di Torino e neanche si avvicina a quella del mio paesello, ma lasciatemi gongolare un po'...la mia libreria ha un'importanza rilevante in casa mia , soprattutto in cucina. Diamole un nome altolocato: vada per biblioteca e vada anche l'acquisto compulsivo di testi...tutto in onore della cultura culinaria!

Divagazioni a parte - torniamo a La Grammatica dei Sapori.
Ho scoperto questo libro grazie al contest Sedici - L'alchimia dei Sapori, al quale partecipo (vedi QUI l'elenco ricette che mi hanno ispirata) e che si basa proprio sul libro stesso.

Ma cos'è La Grammatica dei Sapori? A dispetto del tomo che è - 393 pagine ringraziamenti compresi - non è un ricettario, seppur troviamo un discreto elenco di ricette, non bisogna aspettarsi la classica ricetta scritta passo a passo, ingredienti, dosi e tempi di cottura. E' piuttosto un'invito alla ricetta, un'invito a provare ad accostare, a sperimentare, basandosi sul buonsenso e un poco di - presunta - dimestichezza in cucina.

Detto questo vien da sé che: no ricette no foto. Ebbene sì, ho comprato un libro di cucina senza foto - e badate bene, non me ne sono pentita!!!!:D

Ma allora cos'è La Grammatica dei Sapori? E' una raccolta di sapori, suddivisi per famiglie che ci permette di scoprire accostamenti insoliti e riscoprire i classici.
Niki Segnit - l'autrice - ha determinato un elenco di sapori e poi li ha raggruppati in categorie - famiglie - con determinate caratteristiche, qualità in comune.
I sapori all'interno di ogni famiglia sono spiegati uno ad uno e abbinati ad altri sapori - di altre famiglie - dando anche qui una descrizione del perché dell'abbinamento, cosa si esalta o meno oppure un aneddoto storico o una personale ricetta.
Prendiamo ad esempio la famiglia: Di Bosco
Questa famiglia si sapori racchiude in sé Carota, Zucca, Castagna, Noce, Nocciola e Mandorla e poi - come si può vedere dalla foto - ogni componente è inizialmente trattato singolarmente e subito dopo vengono proposti gli accostamenti: Carota&Anice, Carota&Arachide, Carota&Arancia.....e così via.
 
Questo ci permette di conoscere come nella combinazione Carota&Anice ad esempio, l'anice enfatizza la qualità fresca e legnosa della carota rendendoci sicuri che, se mai un giorno volessimo dilettarci in cucina con questi due ingredienti avremo un successo sicuro - o quasi insomma!
 
La Grammatica dei Sapori quindi si propone come una guida che non ci dice cosa fare, ma ci esorta a farlo, avvalendosi delle informazioni, impressioni e consigli che contiene.
Infine, vi lascio con questo estratto di Niki Segnit, che racchiude in sé perché questo libro è entrato ai primi posti dei miei preferiti, quello che spesso e volentieri staziona sul bancone della cucina....
"Scrivere la Grammatica dei Sapori mi ha insegnato molte cose, non ultima come affrontare con mente più aperta le combinazioni che altri cuochi, in altre culture, danno per scontate.....Ho appreso come usare un sapore per nascondere, enfatizzare, mitigarne o ravvivarne un altro. E ora sono più attenta all'importanza di bilanciare i gusti...."      


AUTORE: Niki Segnit

EDIZIONI: Gribaudo

PREZZO DI COPERTINA: € 24,00

                                                
 
Segui Mi cucino un libro! Resta aggiornato cliccando
Mi piace sulla sua pagina
https://www.facebook.com/micucinounlibro?ref=hl
 
 

2 commenti :

  1. Allora se c'è tanto da imparare da questo libro, ben venga nella cucina. Io un tempo compravo tante riviste e libri di cucina ma non ho più spazio dove metterli anche queste visto che sono tante altre cose che sono dispensabile in cucina, ma qualche volta uno strappo si fa ! Felice giornata !

    RispondiElimina
  2. CIao Mariangela, intanto grazie per essere passata sul mio blog! Molto carino questo libro. Cucinare è una delle mie passioni e quesyo è sicuramente utile per sviluppare la fantasia e "pasticciare" in cucina

    >>Salt-Eco Shop

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...