lunedì 30 marzo 2015

Una piccola libreria a Parigi e...Bohémienne di verdure con crème fraìche

Un dono di Natale, così è arrivato nelle mie mani questo libro...un dono, scartato con curiosità la mattina del  25 dicembre e riposto, con cura, tra le "prossime" letture.
L'ho letto ora sì, perché ogni libro ha un suo tempo e ogni volta la scelta è un'ispirazione dettata dal momento. Era il suo momento.
L'ho letto, l'ho immaginato, ho annusato i suoi profumi: sapore di terra ma anche sapori di vita.
Di vite mai vissute o vissute male, vite che han paura di vivere, vite da salvare.
Monsieur Perdu, libraio a Parigi, che - sono sicura - noi tutti vorremo incontrare e magari raccontare un po di noi.


AUTORE: Nina George

EDIZIONI: Sperling & Kupfer

PREZZO DI COPERTINA: € 16,90
 
 
 
 
 

 
Parigi, la Senna e una libreria galleggiante...zeppa non di semplici libri ma letture che saranno cure e rimedi "...Un libro è al tempo stesso medico e medicina. Formula una diagnosi ed è terapia...." con il cuore e con l'intuito Monsieur Perdu associa i libri alle persone, le persone ai libri "...ovviamente i libri non sono solo dottori. Ci sono romanzi che sono ottimi compagni di vita. Altri sono come ceffoni. Altri ancora come un'amica che ti avvolge in una vestaglia calda quando l'autunno ti fa sentire malinconico...."
Perdu è immerso nel suo lavoro, nei suoi libri che ama ma che al tempo stesso usa come scudo, come riparo e rifugio per non pensare a sé, alla sua vita che - fino ad ora e da oltre vent'anni - ha deciso di non vivere.
 
Una porta chiusa, una stanza dimenticata, una lettera mai aperta. E un dolore enorme che ha condizionato tutta la sua vita.
Proprio da qui Perdu inizia il suo viaggio alla scoperta della vita, del sapore dolce e amaro dei ricordi, dei profumi inebrianti del vivere e dell'abbandonarsi ad essa per riiniziare a farlo.
Da Parigi fino in Provenza tra scoperte, incontri e scontri...tra rivelazioni e prese di coscienza...tra il profumo di lavanda e di vitigni...perché non è mai troppo tardi per ricominciare.
 
Una storia emozionante, una storia sottile di quanto un'esistenza sia condizionata da parole non dette, da paure non affrontate, una storia che insegna il coraggio di scrollarsi, di spezzare la quotidianità e partire...levare l'ancora e cercare, cercare risposte, cercare la felicità.
Bohémienne di verdure con crème fraìche

 
Porzioni
3/4 persone
 
Ingredienti
per la bohémienne:
olio evo q.b.
sale q.b.
1 melanzana
1 cipolla grande
1 zucchina
1 e 1/2 peperone rosso
3 pomodori sodi medi
150 ml passata di pomodoro
per la crème fraìche:
50 ml di panna fresca
50 ml yogurt bianco
1 cucchiaino di succo di limone
 
Procedimento
Sciacquiamo la melanzana e tagliamola a tocchetti piccoli. Mettiamo in una padella un po' d'olio e facciamola rosolare per 10-15 minuti, mescolandola spesso.
 
Intanto tagliamo a pezzetti le altre verdure: cipolla, zucchina, peperone e pomodoro. Quando la melanzana sarà pronta aggiungiamole in padella e facciamo cuocere tutto insieme per altri 10-15 minuti.
 
In un piccolo pentolino facciamo cuocere per pochi minuti la passata di pomodoro con un filo d'olio: dovrà avere una consistenza densa. Io ho una passata fatta in casa, insaporita da origano e basilico...se alla vostra manca di erbe aromatiche, aggiungetele di fresche.
 
Uniamo la salsa ottenuta alle verdure e mescoliamo bene. Possiamo servirla accompagnata dalla crème fraìche.
 
Per la crème fraichè basterà montare la panna, unire lo yogurt, il succo di limone e amalgamare il tutto avendo cura di non smontarla.
 
Considerazioni
Un ottimo piatto che consiglio vivamente. Gustoso e se abbinato alla crème fraìche assume una valenza in più, grazie al contrasto di sapori, decisi della bohémienne e delicati - e freschi - della crème. Un consiglio...se vi avanza, avrete pronto un ottimo sugo per la pasta del giorno dopo!
Yummy!
 
 
 
 
Segui Mi cucino un libro!
Resta aggiornato cliccando Mi piace sulla sua pagina
https://www.facebook.com/micucinounlibro?ref=hl

14 commenti :

  1. Una specie di ratatouille...ottima! Ed intrigante il libro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emanuela hai ragione, una specie di ratatouille...io son stata fedele al libro perciò: bohemienne!:) Un abbraccio

      Elimina
  2. Ciao, grazie per la ricetta, io amo molto le verdure e sono sempre alla ricerca di qualche idea nuova. Questa poi con un po di sugo piacerà molto anche ai bambini...
    P.s. il libro deve essere stupendo... già annotato in agenda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simona, sì...confermo libro stupendo e verdure apprezzate dai bimbi soprattutto come piattone unico con la pasta! Da provare!:)

      Elimina
  3. A me ha ricordato la caponata. Buonissima! Anche il libro deve essere interessante. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, hai ragione anche tu!
      p.s. libro interessante a dir poco...Un abbraccio!

      Elimina
  4. Ma grazie! devo assolutamente provare sia il libro sia la ricetta! Questo è proprio un regalo di Pasqua. a proposito, auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per gli auguri...e grazie a te per essere qua!A presto!

      Elimina
  5. ottima ricettina ma soprattutto ottima recensione la tua....devo leggerlo! Grazie e...auguri di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lu Lu....son contenta di averti incuriosita con il libro!!!!:)

      Elimina
  6. Cavoli che acquolina
    segnata subito la ricettina
    ;-)
    Moni
    www.monicc.wordpress.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica grazie!vengo a curiosate da te...:)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...