venerdì 6 marzo 2015

La ricetta segreta della felicità e...Earl Grey Mango Cake

Dalla catastrofe del licenziamento all'opportunità di realizzare un sogno per ricordarci che il momento "giusto" per cambiare, per far quel passo in più...arriva senza preavviso, quando meno ce lo aspettiamo. Maddy, giovane impiegata in una multinazionale farmaceutica fa parte del "personale in esubero" e presto disoccupata. Ma da qui ricostruisce il suo futuro  e non solo....

AUTORE: Jules Stanbridge

EDIZIONI: Leggereditore

PREZZO DI COPERTINA: € 10,00







Ad ognuno il suo dolce si direbbe. Lei, una ragazza tranquilla, dai modi gentili che passa sempre inosservata "..una semplice torta vaniglia e cacao..." associa ad ogni carattere, le caratteristiche di un dolce. Abbiamo così Moo, la sorella, estroversa, divertente e bellissima ma al tempo stesso schietta e sincera "...proprio come il suo dolce preferito al lampone, mirtilli e lime..."  oppure la mamma, "una torta al limone", dove il lato materno si scontra con i modi bruschi e stizziti. Per far solo alcuni esempi. Anche l'uomo dei sogni, non scampa a questo meccanismo. Lui è (sarà) "...la perfetta torta al cioccolato...", quella che Maddy ricerca da sempre e non ha ancora trovato. La/lo troverà mai?
Chissà, intanto ha una lista di torte da testare...

E io? Che torta vorrei essere? Anzi, più che altro dovrei chiedere: che torta sono? :) Fermiamoci un attimo a pensare: associare le persone ai dolci...  divertente, ma non è neanche così semplice!

Divagazioni a parte, la lettura scorre veloce, è divertente e spiritosa...non mi fa prender fiato, continuo a leggere, incuriosita e mi ritrovo con la protagonista. Eccomi Mary-Maddy con l'ansia in ufficio, a far far pipì al cane (bhè io questa me la scampo, il mio Junior ha il praticello!) ad infornare la sua Victoria Sandwich (buooona!:p) fino alla nascita di Zucchero e Cannella.

Già, Zucchero e Cannella. Un sogno, un progetto che prende forma, vendere torte on line e poi, una torteria, una sala da tè vera e propria.
Uh, che argomento delicato...quanti, quante di noi ci hanno pensato, almeno una volta...io sì devo ammetterlo...Mug, teiere, alzate di tutti i tipi...muffin e cupcake, torte e ciambelle...e poi tè e tisane, caffè e cioccolate. Il rosa tenue e il verde pistacchio sui muri, sedie di legno (o ferro smaltato?) e tavolini sparsi...Tulipani in primavera, rose in estate...candele. E fuori: una vetrina luminosa, un'insegna che è un'invito: TORTERIA.

L'impresa è angoscia, piena di "ma se" e "se poi" ma si rinvigorisce con momenti di grande fiducia e, come per la vita, Maddy affronta gli alti e bassi coinvolgendomi e facendomi sorridere.
"Non mi piacciono i dolci" è proprio il tipo di affermazione che non è disposta a sentire. Per lei tutto ha a che fare con uova, zucchero e farina: persone, vita, lavoro...e il lieto fine è assicurato!

Bella l'idea di iniziare il romanzo con la "ricetta" del romanzo stesso..incuriosisce! Come pure concludere i capitoli con una ricetta...invitante! Ma son le citazioni dell'autrice, direttamente dai post-it del suo frigo, pienamente azzeccate e prontamente fatte mie (!), che mi han convinta all'acquisto: ora voglio condividere quella che più mi ha colpita:
Segui i tuoi sogni. Vivi la vita che hai immaginato. Henry David Thoreau
Un'augurio per tutti.
Earl Grey Mango Cake
Porzioni
6/8 persone

Ingredienti
150 gr burro
170 gr zucchero di canna
250 ml tè Earl Grey abbastanza forte (io 3 bustine)
250 gr di mango disidratato
200 gr farina autolievitante
1 limone
1 uovo
75 gr noci
3 zollette di zucchero di canna

Procedimento
Prepariamo il tè con i 250 ml di acqua e le 3 bustine lasciandolo in infusione per almeno 5-8 minuti.

In una pentola di medie dimensioni uniamo il burro, lo zucchero, il tè e il mango ridotto a pezzetti e portiamo a ebollizione. Mescoliamo e facciamo cuocere per circa 5 minuti.
Trascorso questo tempo togliamo dal fuoco e facciamo raffreddare bene, avremo un composto abbastanza liquido (consiglio di preparare prima questo passaggio - anche la sera, il giorno prima - in modo da velocizzare la preparazione della torta avendo già questo composto ben freddo)

Accendiamo il forno a 180° per portalo in temperatura, imburriamo e infariniamo una tortiera di diametro 18 cm e mettiamo da parte.

Aggiungiamo al nostro composto freddo, la buccia e il succo del limone, l'uovo sbattuto e le noci tritate grossolanamente.

Mescoliamo e versiamo il tutto nella teglia, cospargendo la superficie con le zollette di zucchero precedentemente schiacciate (grossolanamente) e inforniamo per circa 70 minuti.
Fate attenzione, se verso fine cottura la superficie si colora troppo coprirla con una pellicola d'alluminio.
Considerazioni
Umido, profumato, dolce. Dove la morbidezza del mango incontra il croccante delle noci.
Da provare anche con una varietà di frutti disidratati...

Yummy!

Segui Mi cucino un libro!
Resta aggiornato cliccando Mi piace sulla sua pagina
https://www.facebook.com/micucinounlibro?ref=hl
 
 
con questa ricetta partecipo al contest Bello (da vedere) & Buono (da mangiare) di Taste & More
 

12 commenti :

  1. Ciao :) Davvero molto interessante questa ricetta. Grazie per aver partecipato al nostro contest. Ti inseriamo subito in elenco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ma soprattutto grazie a voi per la possibilità, mi son divertita a partecipare!

      Elimina
  2. Ciao Mariangela, ci fa tanto piacere la tua partecipazione al nostro contest.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, grazie a voi! Lo so, mi "manca" ancora molto ma mi ha fatto piacere partecipare e mettermi in gioco!A presto

      Elimina
  3. ma che bella questa torta fatta con il tè, originale!!!! grazie della partecipazione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziana grazie!Anche io son stata sorpresa dall'uso del tè e soprattutto dal quantitativo e invece....

      Elimina
  4. Originale!...e io?...che torta potrei mai essere??????.....vediamo......forse più che una torta potrei essere un biscotto...croccante, con il cioccolato, ma confortante...buono da inzuppare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lu lu, già alla fine non so che torta potrei essere...credo che con un crumble alla frutta potrei avvicinarmi...dolce, morbido ma con la crosticina croccante...e tu? Mmmh un biscotto...non me ne parlare...buoni...ottima scelta!:D

      Elimina
  5. Ciao che buona dev'essere la torta al tè, io sarei una torta mela e cannella :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cry...una mela e cannella ottimo abbinamento direi! :)

      Elimina
  6. Mi ispira questo libro....lo cercherò.....glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gloria cercalo...lo leggerai d'un fiato! A presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...