martedì 27 gennaio 2015

A neve ferma e....Crostatine zenzero, mandorle e caffè

Una pasticceria - quella dei Delacroix - chic e di fama internazionale, ma sull'orlo della bancarotta.
Vite che s'intrecciano, si scontrano, si fondono attorno e, all'interno di questo rinomato angolo di Torino.

AUTORE: Stefania Bertola

EDIZIONI: Tea

PREZZO DI COPERTINA: € 8,60









Poi, un concorso di pasticceria: rinomato, ambizioso, dalle regole ferree e precise (creare un dolce con 3 ingredienti imposti e tassativi), ma soprattutto dal ridondante ritorno d'immagine nel caso di vincita.
Questa era la speranza per i Delacroix e di cui avevano bisogno per risollevarsi dai debiti.

Un concorso che segna le vite di due giovani donne: Emma, apprendista pasticcera dal cuore spezzato e Camelia, figlia illegittima del proprietario (il signor Delacroix appunto). Per la prima è la svolta "...era il sogno di chiunque lavorasse nel loro campo...", un'inaspettata ma fantastica opportunità "...era l'Isola del Tesoro più Disneyland più la sera degli Oscar...", per l'altra è una forzatura, un'imposizione di cui lamentarsi "...il concorso non lo vincerò, e sai perché? Perché non ci proverò neanche"..."Camelia, parliamoci chiaro: tu parteciperai al concorso e cercherai di vincere, chiaro?"..."Uffa..." biascicò Camelia. Con un leggero digrignio di denti, girò le spalle alla madre e andò in camera sua."
E poi c'è Bianca, cameriera presso la pasticceria Delacroix, amica e coinquilina di Emma. Una ragazza imprevedibile, volubile, dalle mille sfaccettature, con la risposta a tutto e con la soluzione a tutto (anche a costo di scontrarsi con la realtà).
Bianca arriva al concorso come ulteriore "aiutante" di Camelia, chef in gara (seppur di facciata) e di Emma, assistente allo chef (ma in realtà, la vera e peraltro, talentuosa, pasticcera).

Un romanzo che fa sorridere leggendo le peripezie dei suoi protagonisti o delle buffe e (almeno alcune) improbabili situazioni in cui si vanno a cacciare.
Un romanzo che trabocca di zuccheri dove, pasticcini, dolci e cioccolatini non mancano mai e mi fanno venire l'acquolina in bocca!
Inoltre, ogni capitolo è intitolato con il nome o con il rimando ad un ingrediente che poi ritroveremo nello stesso capitolo a contorno di una storia e già penso a ciò che potrei fare o meglio, "pasticciare" in cucina. L'imbarazzo nella scelta è davvero tanto, sono "suggeriti" dolci, creme, bavaresi, ma solo in uno posso cimentarmi: quello che comprende tre "semplici" ingredienti, quello su cui hanno lavorato le nostre pasticcere "...Queen Paola si alzò, in un profluvio di riflessi Swarovski, e mostrò la busta bianca che conteneva il foglio su cui erano scritti i tre ingredienti obbligatori..." Nascono così le:
Crostatine zenzero, mandorle e caffè

Porzioni
10 crostatine di diametro 12 cm

Ingredienti
per la frolla al caffè:
300 gr farina00
125 gr zucchero a velo
180 gr burro ammorbidito
2 cucchiai di caffè solubile
3 tuorli
per la crema pasticcera aromatizzata allo zenzero:
150 gr zucchero
3 tuorli
50 gr farina 00
12 gr zenzero fresco tritato fine
500 ml latte
per la meringa alle mandorle:
3 albumi
150 gr zucchero a velo
100 gr mandorle a lamelle

Procedimento
Iniziamo tritando nel mixer il caffè solubile rendendolo fine come una farina. Uniamolo quindi alla farina 00, allo zucchero  e poi, aggiungiamo il burro, i tuorli e amalgamiamo il tutto velocemente.
Facciamo riposare la pasta frolla in frigo almeno mezz'ora avvolta in una pellicola trasparente e dedichiamoci alla crema.

In un pentolino facciamo scaldare il latte e teniamolo da parte un momento. Mescoliamo, rendendoli cremosi, lo zucchero e i tuorli, aggiungiamo la farina e lo zenzero e uniamo il composto al latte caldo. Rimettiamo ora il latte sul fuoco e portiamo a bollore, mescolando accuratamente finchè otteniamo una crema densa.

E' ora di dedicarci alla nostra frolla. Preriscaldiamo il forno a 180°.
Prepariamo gli stampi da crostatina imburrandoli e infarinandoli poi stendiamo la frolla a circa 4 mm e ricaviamone 10 dischi con cui rivestiremo i nostri stampi.
In questo caso ho fatto una cottura "in bianco" cioè della sola base: mettiamo quindi un foglio di carta forno e riempiamolo di fagioli secchi. Inforniamo a 180° x circa 25 minuti.
A cottura ultimata facciamo freddare le nostre basi e prima di distribuire la crema, prepariamo la meringa.

Montiamo gli albumi a neve ferma, aggiungendo poco per volta lo zucchero a velo. Infine, incorporare le mandorle a lamelle.

Distribuire la crema pasticcera sulle basi delle crostatine e aggiungere una generosa cucchiaiata di meringa.

Infornare a 180° sul ripiano alto del forno in modalità grill per 8 minuti. Sfornare e lasciar freddare.
Le crostatine si conservano bene in frigorifero sotto una campana di vetro per 3/4 giorni.



Considerazioni
Una frolla dal delicato sapore di caffè, grazie all'aiuto di Federica del blog I dolci di zia Chicca, che ben si sposa con il piccante aroma di limone della crema pasticcera allo zenzero e infine, una dolce e soffice meringa, ancora più golosa con l'aggiunta delle mandorle. Ogni boccone una piacevole sorpresa...chissà al "concorso" cos'avrebbero detto!!:p

Yummy!

Segui Mi cucino un libro! Resta aggiornato cliccando Mi piace sulla sua pagina
https://www.facebook.com/micucinounlibro?ref=hl
Mi cucino un libro


con questa ricetta partecipo al contest di In cucina con Giada e Sara
 


6 commenti :

  1. Hanno un bel aspetto e sembrano molto deliziose, sapendo che hanno anche quel pizzico di zenzero, e tutti gli altri ingredienti che arricchiscono queste crostatine al punto che ti viene da mangiarli con gli occhi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!Incuriosiscono vero? In effetti son golose e gli ingredienti che le caratterizzano sono ben equilibrati....Da provare!:)

      Elimina
  2. che buone devono essere!...e insolite anche!

    RispondiElimina
  3. forse c'è un piccolo errore...hai montato i tuorli a neve ferma...non gli albumi....comq complimenti per l'ottima ricetta e la bellissima presentazione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, grazie mille!!!Per quanto uno rilegga non è mai abbastanza...grazie per la segnalazione ho corretto subito! :) e grazie ancora dei complimenti!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...